Servizio Ambulanze h24
Servizi Header

Disbrigo pratiche funerarie

Assistenza puntuale per l'adempimento dell'iter burocratico

Dalle certificazioni alle pratiche cimiteriali, dalla documentazione per la denuncia di morte e le carte inerenti al trasporto, fino al coordinamento con le strutture comunali e parrocchiali. L'iter amministrativo per ricevere i permessi utili al trasferimento, la sepoltura (inumazione, tumulazione) o la cremazione di una salma è fatto di incombenze pesanti e faticose da adempiere, in un momento così delicato e triste come la morte di una persona cara. Affidarsi a un'agenzia di onoranze funebri professionale, discreta e competente come Assenza significa trovare la sicurezza e la tranquillità nel disbrigo di tutti gli adempimenti amministrativi, medici, comunali e cimiteriali, per rendere più serena l'organizzazione dell'intero rito funebre.

L'aggiornamento che l’agenzia Assenza propone al proprio personale serve proprio ad essere in grado di seguire ed eseguire tutto l’iter burocratico inerente il rito funebre. Con particolare riferimento a:

  • denunce di morte;
  • autorizzazioni per seppellimento e cremazione;
  • autorizzazioni per lo spostamento di salme alla cappella mortuaria;
  • autorizzazioni per il trasporto di salme da e per l’estero;
  • prenotazione e organizzazione della cerimonia e degli addobbi floreali.

Comunicazione di Avvenuto decesso

Decesso avvenuto presso domicilio

La denuncia di morte all’Ufficiale dello Stato Civile deve essere effettuata entro 24 ore da quando di è verificato l’evento, mediante esibizione del certificato di constatazione di morte (con scheda ISTAT compilata in duplice originale) rilasciato dal medico curante.
In caso di decesso in abitazione avvenuto per morte violenta, o per sospetto reato, occorre avvisare immediatamente il 112 o il 113. Anche in questo caso la famiglia dovrà incaricare un’impresa funebre per occuparsi della vestizione, della cosmesi della salma e delle altre pratiche amministrative necessarie per il funerale. 

Decesso presso struttura sanitaria

Se il decesso è avvenuto in un istituto di cura (Ospedale, Casa di Cura, Clinica, Casa di riposo) tocca al responsabile sanitario della struttura trasmettere comunicazione scritta del decesso all'ufficio comunale competente, unitamente alla scheda ISTAT e, pertanto, non è richiesto alcun atto ai familiari. Una volta accompagnata nella Camera Mortuaria della struttura, la salma deve rimanerci per un periodo, di norma, non inferiore alle 24 ore. (Nei casi in cui viene disposto l’esame autoptico i tempi di permanenza possono essere più lunghi: 2-3 giorni circa). Solo dopo il consenso della famiglia e dopo l’assenso del direttore sanitario della struttura ospedaliera, il defunto può essere affidato a un’impresa funebre che si occuperà della composizione e della vestizione, in vista della veglia funebre.
In caso di decesso in ambito ospedaliero, va ricordato che anche in presenza di un'impresa operante nella struttura, questa non ha alcuna esclusiva nel disbrigo delle pratiche del decesso. La scelta dell’impresa funebre alla quale affidarsi è infatti da considerarsi sempre a discrezione della famiglia: spetta solo ai familiari decidere quale agenzia contattare e nessun può influenzare la loro scelta. 

Decesso in luogo pubblico

In caso di morte violenta, improvvisa, per strada o in luogo pubblico, o anche nel caso di morte di persone che vivono sole non assistite, è necessario avvertire tempestivamente l'autorità giudiziaria e quella di sicurezza pubblica. Una volta espletati tutti gli obblighi di legge i familiari possono dare mandato a un'agenzia per l'organizzazione del rito funebre e l'espletamento delle pratiche funerarie.